WIDESPREAD APULIAN FOOD PRESIDIUM

Costo di progetto: CROWFOUNDING IN PROGRESS

Data inizio: 01 luglio 2017

Durata: 12 mesi

Responsabile scientifico: Dott. Vittorio Capozzi

CATEGORY
Prodotti agroalimentari tradizionali/tipici/artigianali, Regionali, Tutela Patrimonio enogastronomico
ABOUT

‘WIDESPREAD APULIAN FOOD PRESIDIUM’

Sintesi di progetto

Il panorama enogastronomico pugliese vede il sovrapporsi di strumenti e marchi istituzionali (con relative denominazioni e disciplinari) che, a diversi livelli, concorrono a tutelare, custodire e promuovere il patrimonio di diversità biologica e di conoscenze tradizionali alla base di un fitto tessuto produttivo prezioso per lo sviluppo regionale.

Livello internazionale: ad esempio, prodotti agroalimentari a denominazione di origine e a indicazione geografica riconosciuti dall’Unione europea (prodotti DOP, IGP, STG; vini DOCG, DOC, IGT).

Livello nazionale: ad esempio, i ‘prodotti agroalimentari tradizionali italiani’ (PAT).

Livello regionale: ad esempio, i ‘Prodotti di Qualità Puglia’.

Esistono, inoltre, strumenti che è possibile ricondurre all’espressione della società civile, quali i Presidi di Slow Food.

Il presente progetto ambisce i) a censire tutte le forme di tutela esistente, incluso il tessuto produttivo ad esse associato alla loro peculiare contestualizzazione geografica e ii) a aumentare l’estensione numerica e geografica del paniere di produzioni tutelate nel quadro dei diversi livelli previsti. Obiettivo condiviso: realizzare della Puglia un laboratorio permanente, un presidio diffuso, che per la prima volta riesca a fare di una regione italiana una tutela del patrimonio alimentare ed enogastronomico ‘diffuso’, senza soluzione di continuità geografica.

 

Partner

 

Università di Foggia – nella persona del ricercatore dott. Vittorio Capozzi (vittorio.capozzi@unifg.it). Attività di scouting relativamente ai prodotti censiti, elaborazione del database e promozione scientifica.

Promis Biotech srl – spin-off accademico dell’Università di Foggia e srl innovativa. Attività di promozione di nuovi percorsi di tutela legate a specialità tipiche/tradizionali/artigianali pugliesi.

Board scientifico: Pasquale Russo (R&S Promis Biotech srl), Mario Soccio (ricercatore dell’Università di Foggia), Massimiliano Renna (ricercatore dell’Università di Bari),

Vittorio Capozzi è supportato dal Fondo di Sviluppo e Coesione 2007-2013 – APQ Ricerca Regione Puglia “Programma regionale a sostegno della specializzazione intelligente e della sostenibilità sociale ed ambientale – FutureInResearch”.

Ruolo di DARe

– Promuovere la tutela del regime di tecnologie tradizionali associate al patrimonio agroalimentare tradizionale pugliese.

– Raggiungere le realtà produttive regionali coinvolte nella produzione di specialità artigianali/tradizionali/tipiche.

– Realizzare massa critica per possibili progettualità condivise

Email this to someonePrint this page